Sintomi neurologici funzionali e dissociativi: una guida per il paziente

Benvenuti

Trattamento farmacologico Attenzione: è particolarmente importante che tu consulti il tuo medico prima di cominciare o interrompere un farmaco Nessun particolare farmaco è promosso da questo sito

...Le persone possono liberarsi dai sintomi funzionali senza farmaci e nessuno dovrebbe essere costretto ad assumere medicine, ma queste in alcuni casi possono essere utili...

Uno dei consigli che il medico potrebbe averti dato è quello di assumere un farmaco per cercare di alleviare i sintomi.

I tipi più comuni di farmaci utilizzati sono:

1. Antidepressivi - ci sono quelli più vecchi - detti "triciclici” (tra cui amitriptilina, imipramina, trazodone) - e quelli più nuovi - detti SSRI o SNRI (tra cui fluoxetina, sertralina, citalopram, duloxetina e paroxetina)

2. Antidolorifici per il dolore "neuropatico" - come amitriptilina, duloxetina, carbamazepina, gabapentin o pregabalin

3. Sonniferi - come lo zopiclone

I farmaci da soli raramente risolvono i sintomi, ma possono essere utili nell’alleviare i sintomi, nel migliorare il dolore, la depressione e la fatica e nel ridurre l’ansia.

I pazienti con sintomi funzionali possono avere dei miglioramenti senza l’utilizzo di farmaci e nessuno di loro deve sentirsi forzato ad assumere pastiglie, ma a volte può essere utile. A nessuno piace prendere regolarmente delle pastiglie, ma se ti trovi in grossa difficoltà con i tuoi sintomi potreste chiederti cos’hai da perdere ..

Ma io non voglio prendere antidepressivi - Io non sono depresso!

Da una revisione di tutti gli studi in cui sono stati somministrati alle persone con sintomi funzionali dei farmaci antidepressivi, emerge che coloro che assumevano il farmaco avevano tre volte più probabilità di migliorare rispetto a quelli che non lo assumevano.

La cosa veramente interessante è che questo avveniva indipendentemente dal fatto che i pazienti fossero o no depressi.

Vecchi antidepressivi come l’amitriptilina sono stati utilizzati per decenni. Anche se sono stati studiati per il trattamento della depressione, i medici hanno capito che possono essere molto utili per il trattamento del dolore, dei disturbi del sonno e di altri sintomi come la vescica irritabile, indipendentemente dal fatto che la persona si senta depressa o meno.

Per esempio, se provi delle “scosse” molto dolorose sul tuo viso o se soffri di sciatica, l’amitriptilina può essere il farmaco più efficace per alleviare il dolore a carico dei nervi (chiamato anche “dolore neuropatico”).

Ma gli antidepressivi creano dipendenza, non è vero?

Una delle preoccupazioni maggiori, e comprensibili, che i pazienti hanno è che un antidepressivo crei dipendenza. Spesso questo avviene perché si confondono tranquillanti, come Valium (diazepam) e sonniferi (temazepam), con gli antidepressivi.

Non ci sono prove che gli antidepressivi portino ad uno stato di 'dipendenza”, in cui la persona desidera ardentemente il farmaco o ne ricerca sempre di più per ottenere lo stesso effetto.

Con alcuni dei nuovi antidepressivi, possono raramente comparire dei sintomi quando si interrompono le pastiglie. In questo caso i sintomi di astinenza cessano solitamente entro una settimana o poco più.

Altre pastiglie che possono dare assuefazione sono le compresse che contengono codeina, come Cocodamol o diidrocodeina.

Ma una volta ho assunto l’amitriptilina e sono diventato uno zombie!

A volte i pazienti con sintomi funzionali provano farmaci come l’amitriptilina e hanno una brutta esperienza. Ciò può essere dovuto al fatto che è stata data una dose iniziale troppo alta, o che non è stata data una spiegazione adeguata su cosa aspettarsi.

La natura dei sintomi funzionali implica spesso che, nei pazienti che assumono antidepressivi, gli effetti collaterali dei farmaci siano più comuni, soprattutto nelle fasi iniziali.

E’ di solito ragionevole aspettarsi alcuni effetti collaterali nella prima settimana o due di trattamento. Gli effetti collaterali possono includere sonnolenza, nausea e talvolta (a seconda del farmaco) un certo grado di agitazione. Trascorso tale termine, gli effetti collaterali solitamente svaniscono. Gli effetti benefici del farmaco possono essere avvertiti rapidamente, ma possono richiedere fino a 6-8 settimane (a dosaggio pieno) per dare effetti significativi.

Sto assumendo le pastiglie, ma non stanno facendo nulla!

Questo può accadere perché stai assumendo un dosaggio troppo basso, perchè non hai aspettato abbastanza, o perché le pastiglie non sono utili nel tuo caso. E 'difficile giudicare se un antidepressivo ha funzionato o meno, fino a quando non l’hai assunto per almeno 12 settimane.

E’ un dato di fatto che non tutti traggono beneficio dai farmaci.

Pensavo che il Gabapentin fosse per l'epilessia…

Proprio come l’amitriptilina è un antidepressivo che si è rivelato utile anche per altre condizioni, il Gabapentin è una pastiglia per l'epilessia, che si è rivelata utile per il dolore. Anche il Pregabalin è utilizzato per entrambe le condizioni.